X

LAHUMANITAT.CAT è un progetto artistico, politico, estetico, etico e relazionale. È una proposta visuale e auditiva che si rivolge a tutto il mondo partendo dalla Catalogna. Un’esperienza di conoscenza e di riconoscimento. Un invito diretto a persone in qualsiasi tipo di situazione e di pensiero. È un esercizio di azione diretta. Un documento a favore di tutte le lingue, di tutti i luoghi e di tutte le persone che vogliono participare. Si tratta di un progetto anonimo, però con autori e attori, sistematico ma rischioso, un progetto collettivo fatto da individui, estatico ma errante, senza inizio né fine…

Da due anni sto chiedendo ad amici, e ad amici di amici, di fare due video con il proprio telefonino di 30 secondi, entrambi in posizione orizzontale: uno del suolo sul quale si sta camminando, e un altro di quello che si vede sopra la testa, sempre in posizione orizzontale, e dopo mandarmelo. L’insieme di questi video è la materia prima di LAHUMANITAT.CAT Il resultato di questa opera e un insieme di immagini sovrapposte, che si susseguono senza soluzione di continuità, marcando i limiti superiore ed inferiore di una persona che cammina per le strade del pianeta durante un minuto della sua vita, e condividendolo.

Stai vedendo video di più di trenta paesi, al momento. Le diversa durata dei video e il programma informatico utilizzato a caso fanno scorrere in modo che la superficie di uno sia la parte superiore dell’altro, probabilmente a mille di chilometri di distanza, e viceversa.

Con questi video sono accompagnati da una colonna sonora fatta da me stesso, con suoni, musiche, lingue, rumori, spiegazioni, commentari, etc. di tutto il mondo o quasitutto. Anche abandonatti a caso.

L´umanità è percepita come un gigantesco formicaio inquieto. Il tutto e il niente corrispondono, si muovono. Il centro è dappertutto.

Se hai la voglia di participare, fai i due video per separato con il tuo telefonino in posizione orizzontale, e invialo al seguente indirizzo:

hola@lahumanitat.cat

Una volta ricevuti li pubblicheremo su LAHUMANITAT.CAT

Grazie mille per l’aiuto, ovunque tu sia.

 

Ferran Garcia Sevilla, Barcelona 2016